Glossario per Aziende

Nel Glossario per Aziende trovi i termini e le definizioni per comprendere il mondo degli affari e del commercio.

  • Albo L’Albo o Albo dei professionisti è un registro ufficiale gestito da enti pubblici o associazioni professionali in cui vengono iscritti i membri che rispettano certi requisiti per esercitare una professione specifica. Questi albi sono spesso utilizzati per regolamentare professioni come avvocati, medici, architetti, ingegneri, ecc. L’iscrizione all’albo è di solito obbligatoria per praticare legalmente la professione e garantisce che i professionisti abbiano le competenze e le qualifiche necessarie. L’albo può essere consultato dal pubblico per verificare l’autenticità e la competenza di un professionista.
  • Aliquota L’aliquota è un termine utilizzato nel campo fiscale per indicare la percentuale di un valore totale che viene prelevata come tassa o imposta. È un modo per calcolare quanto una persona o un’azienda deve pagare al governo in base al proprio reddito o al valore di un bene. Ad esempio, se l’aliquota fiscale è del 20%, significa che dovrai pagare il 20% del tuo reddito come tassa. Le aliquote variano a seconda del tipo di tassa o imposta.
  • Attività Attività, nel contesto aziendale, si riferisce a un’impresa o un’azienda che svolge operazioni commerciali, produttive o di servizio. Può essere una piccola attività locale come un negozio o un ristorante, o una grande azienda multinazionale. L’attività può offrire beni, come un negozio di abbigliamento, o servizi, come una società di consulenza. Il suo obiettivo primario è generalmente generare profitto, anche se ci sono anche attività senza scopo di lucro. Un’attività deve rispettare le leggi e i regolamenti del luogo in cui opera. In pratica è un termine generico che indica è un’entità economica, azienda, impresa, ditta o anche un freelencer che contribuisce all’economia e alla società.
  • Azienda Un’azienda è un’organizzazione o un’entità economica che produce beni o servizi per il mercato. Può essere di proprietà di un individuo (azienda individuale), un gruppo di persone (società) o dal governo (azienda statale). Un’azienda ha l’obiettivo di generare profitto vendendo i suoi prodotti o servizi a clienti o utenti. Le aziende possono variare in base alle dimensioni, dal piccolo negozio locale alle grandi multinazionali. Ogni azienda ha una struttura organizzativa che include vari dipartimenti come le vendite, il marketing, le risorse umane ecc.
  • B2b B2B è un acronimo che sta per “Business to Business”. Questo termine si riferisce a un tipo di operazione commerciale tra due aziende, piuttosto che tra un’azienda e un privato (che sarebbe invece un’operazione “Business to Consumer” o B2C). In pratica, se una ditta produce componenti o offre servizi che un’altra azienda usa, si tratta di una transazione B2B. Ad esempio, un produttore di pneumatici che vende i suoi prodotti a un’azienda automobilistica, è definita come transazione B2B. Il termine può essere usato per descrivere qualsiasi tipo di relazione commerciale tra due aziende, indipendentemente dalla dimensione o dall’industria in cui operano.
  • Blog Un Blog è un tipo di sito web o parte di un sito web, che viene aggiornato con nuovi contenuti chiamati “post” (in italiano “articoli”). Questi contenuti possono riguardare qualsiasi argomento, dai viaggi alla cucina, dalla moda alla tecnologia. Il termine “Blog” deriva da “weblog”, che significa letteralmente “diario del web”. I blog possono essere personali riflettendo gli interessi o le opinioni dell’autore oppure possono essere gestiti da aziende o organizzazioni per condividere notizie, curiosità o aggiornamenti. Ecco un esempio di blog aziendale. I lettori possono di solito commentare i post, creando una comunità intorno al blog generando maggiore visibilità.
  • Bonifico Il Bonifico Bancario è un metodo di trasferimento di denaro tra due conti bancari. Può essere effettuato tra conti dello stesso titolare o tra conti di titolari diversi, sia all’interno della stessa banca che tra banche diverse. Il bonifico può essere utilizzato per vari scopi, come il pagamento di bollette, l’acquisto di beni o servizi o come donazione. Il processo può essere eseguito sia fisicamente presso una filiale della banca, sia online attraverso la piattaforma di banking online (detta anche “Home Banking”). Il tempo necessario per completare il trasferimento può variare a seconda delle banche coinvolte, ma i bonifici SEPA di solito richiedono un giorno lavorativo.
  • Bonifico sepa Il Bonifico SEPA è un metodo di trasferimento di denaro tra conti bancari situati all’interno dell’Area Unica dei Pagamenti in Euro (Single Euro Payments Area). Questo permette di effettuare e ricevere pagamenti in euro tra i paesi SEPA con le stesse condizioni, diritti e obblighi, indipendentemente dal luogo in cui si vive. In pratica, con un bonifico SEPA, un pagamento in euro da Roma a Parigi è considerato come un pagamento interno. Il bonifico SEPA può essere effettuato fisicamente presso una filiale bancaria o online attraverso una piattaforma di home banking. Il tempo necessario per completare un bonifico SEPA è, di solito, di un giorno lavorativo.
  • Brainstorming Brainstorming (tempesta di idee) è un termine inglese che indica un metodo creativo e collaborativo utilizzato per generare nuove idee o risolvere problemi. In una sessione di brainstorming, un gruppo di persone si riunisce per discutere liberamente, con l’obiettivo di produrre il maggior numero possibile di idee. Non ci sono giudizi o critiche in questa fase: ogni idea, per quanto strana o fuori dagli schemi, è ben accetta. L’obiettivo è stimolare il pensiero creativo e l’innovazione e spesso le idee più inusuali conducono alle soluzioni più efficaci.
  • Briefing Briefing (riunione) è un termine inglese utilizzato per descrivere una riunione informativa o il documento stesso in cui si forniscono istruzioni dettagliate su un particolare progetto o compito. In questa fase si informano i partecipanti sugli obiettivi, si definisce il pubblico target, si stabiliscono i tempi e si discutono le risorse disponibili. Il briefing serve a garantire che tutte le parti coinvolte abbiano una comprensione chiara e condivisa di cosa sia necessario fare, aiutando a evitare malintesi e a mantenere tutti sulla stessa linea. È un elemento essenziale nella pianificazione e gestione di un progetto, sia esso in campo aziendale, pubblicitario o di eventi.
  • Business Directory Una Business Directory o Directory Aziendale, è un elenco online di imprese e di professionisti, organizzato in categorie specifiche per settore, ubicazione, ecc. È simile a un elenco telefonico, ma con informazioni più dettagliate per le aziende come indirizzo web, orari di apertura, recensioni dei clienti, fotografie, contatti, ecc. Esempi di Business Directory italiane sono TrovAziende.net e PagineGialle.it. Queste directory sono utili sia per i consumatori per trovare facilmente le aziende ma anche alle imprese per aumentare la visibilità online e attirare nuovi clienti. Approfondisci l’argomento sul nostro articolo: L’importanza delle Directory Aziendali
  • CAF CAF è l’acronimo di Centro di Assistenza Fiscale. In Italia, i CAF sono organizzazioni private o sindacali autorizzate dall’Agenzia delle Entrate a fornire assistenza fiscale ai cittadini e alle aziende. Offrono servizi come la compilazione e l’invio della dichiarazione dei redditi, assistenza in caso di controlli fiscali, consulenza su questioni fiscali, richieste di bonus e molto altro. L’obiettivo del CAF è rendere la burocrazia fiscale più accessibile e meno complessa per tutti.
  • Camera di Commercio La Camera di Commercio è un’istituzione pubblica che sostiene, promuove e regolamenta le attività commerciali all’interno di una specifica area geografica. Ogni azienda operante in quell’area deve registrarsi presso la Camera di Commercio, fornendo informazioni dettagliate sulla propria attività. Queste informazioni vengono poi raccolte nel “Registro delle Imprese”. La Camera di Commercio fornisce anche assistenza e consulenza alle imprese, promuove l’innovazione e lo sviluppo economico, e agisce come mediatore nei conflitti commerciali.
  • Cassetto fiscale Il Cassetto fiscale è un servizio online fornito dall’Agenzia delle Entrate. Funziona come un archivio personale digitale dove ogni contribuente può accedere e visualizzare i propri documenti fiscali. Questo include: dichiarazioni dei redditi, fatture, scontrini fiscali e altre informazioni. L’obiettivo del Cassetto Fiscale sarebbe di semplificare la gestione delle questioni fiscali, rendendo facilmente accessibili le informazioni in un unico posto. Si accede utilizzando il proprio Spid da questo indirizzo.
  • Codice fiscale Il Codice fiscale in Italia è un codice alfanumerico (di numeri e lettere) di 16 caratteri, generato utilizzando informazioni personali come la data e luogo di nascita, sesso, cognome e nome. Esso serve per identificare in modo univoco ogni cittadino nei rapporti con lo Stato e le istituzioni. È emesso dall’Agenzia delle Entrate e viene utilizzato in vari contesti, come ad esempio per aprire un conto bancario, per stipulare un contratto di lavoro, per accedere a servizi sanitari, per le ricette mediche e molto altro.
  • Contribuente Il termine Contribuente indica la persona fisica o giuridica che ha l’obbligo legale di pagare le tasse allo Stato o ad altri enti pubblici. Questo dovere nasce dal fatto che il contribuente usufruisce dei servizi pubblici e delle infrastrutture garantite dallo Stato. Il pagamento delle tasse avviene secondo le modalità e le tempistiche stabilite dalle leggi fiscali e l’importo da pagare varia in base a fattori come il reddito, il patrimonio, l’attività economica, ecc.
  • Detrazioni fiscali Le Detrazioni fiscali si riferiscono a particolari sgravi fiscali (esenzioni o diminuzioni di oneri fiscali) che permettono di ridurre l’importo dell’imposta da pagare al fisco. Funzionano come uno sconto sul totale delle tasse dovute. Queste detrazioni possono essere applicate per diversi motivi come: spese per l’istruzione, mutui immobiliari, spese mediche e altro. In pratica, parte di queste spese, anziché essere perdute, vengono sottratte dal totale dell’imposta dovuta, riducendo così la pressione fiscale sul contribuente.
  • Ditta individuale La Ditta individuale è una forma di impresa in cui una singola persona svolge un’attività economica sotto il proprio nome. Questo significa che l’individuo è l’unico responsabile per tutte le decisioni aziendali, i profitti e le perdite e risponde personalmente con il proprio patrimonio per i debiti aziendali. È la forma di impresa più semplice e diretta da avviare perché non richiede la creazione di una società separata. È molto comune tra i liberi professionisti, i commercianti, gli artigiani e i piccoli imprenditori.
  • E-commerce, Ecommerce L’Ecommerce (dall’ing. Electronic Commerce) o commercio elettronico, si riferisce alla vendita di beni (fisici o digitali) o di servizi attraverso internet. Questo processo avviene online (appunto elettronicamente), tramite siti web o applicazioni, che permettono ai consumatori di scegliere, ordinare e pagare prodotti da casa o da qualsiasi luogo con una semplice connessione internet. L’Ecommerce può includere una vasta gamma di prodotti, dai libri all’elettronica, dall’abbigliamento all’arredamento, servizi e molto altro. È un metodo di shopping sempre più popolare, grazie alla sua comodità e alla vasta scelta disponibile. Un esempio popolare di Ecommerce è Amazon.
  • Ente pubblico Un Ente pubblico è un’organizzazione o istituzione considerata come parte integrante dello Stato o che svolge funzioni pubbliche per conto dello Stato. Questi enti sono creati per gestire specifiche aree di interesse pubblico, come l’educazione, la sanità, l’ambiente, ecc. Gli enti pubblici sono finanziati principalmente attraverso i fondi pubblici, che provengono dalle tasse pagate dai contribuenti. Essi sono soggetti a un controllo pubblico e devono operare nel rispetto della legge e nell’interesse della comunità.
  • Entratel Entratel è un software (programma) rilasciato dall’Agenzia delle Entrate italiana. Questo programma è necessario per inviare telematicamente le dichiarazioni fiscali e altri documenti all’Agenzia delle Entrate. È utilizzato principalmente da professionisti come commercialisti o consulenti, ma può essere utilizzato anche da privati cittadini. Il suo uso permette di automatizzare e velocizzare i processi di comunicazione con l’Agenzia delle Entrate, rendendo la gestione delle questioni fiscali più efficiente e meno dispendiosa in termini di tempo.
  • Fattura Una Fattura è un documento ufficiale che un venditore rilascia a un acquirente, descrivendo i beni o servizi venduti, il loro costo, l’IVA applicata (se prevista) e l’importo totale dovuto. Questo documento serve come prova legale dell’accordo di vendita e può essere utilizzato per gestire il flusso di cassa, tracciare le vendite, determinare l’obbligo fiscale e per scopi di contabilità. Spesso le fatture vengono emesse elettronicamente per velocizzare e semplificare i processi di pagamento e registrazione.
  • Fattura elettronica Una Fattura elettronica è un documento digitale che sostituisce la fattura tradizionale in carta. Ha lo stesso valore legale della versione cartacea e dettaglia i beni o servizi venduti, i loro costi, l’IVA applicata (se prevista) e l’importo totale dovuto. La differenza principale è che viene emessa, trasmessa e conservata in formato elettronico. In Italia, dal 2019, l’uso della fatturazione elettronica è obbligatorio per tutte le transazioni commerciali tra aziende, professionisti e la pubblica amministrazione. Questo metodo ha lo scopo di semplificare i processi di pagamento e registrazione, ridurre i costi di stampa e invio, aumentare l’efficienza e contribuisce alla digitalizzazione dell’economia.
  • Firma digitale La Firma digitale è un meccanismo di sicurezza elettronica che autentica l’identità di una persona o di un’entità digitale. Funziona come una firma tradizionale, ma offre un livello di sicurezza superiore. Conferma che un documento elettronico, come una fattura elettronica o un contratto, proviene da un mittente specifico e non è stato modificato dopo la firma. Questo processo avviene attraverso l’utilizzo di un codice unico, generato da un sistema di codifica avanzato, che è legato sia al documento che alla persona che lo firma. In Italia, la firma digitale ha lo stesso valore legale di una firma manoscritta.
  • Fisconline Fisconline è un servizio online offerto dall’Agenzia delle Entrate in Italia. Questo servizio consente ai privati cittadini e alle imprese (per un numero inferiore a 20 soggetti) di gestire le loro questioni fiscali in modo digitale. Attraverso Fisconline gli utenti possono presentare dichiarazioni dei redditi, accedere a informazioni fiscali personali, pagare le tasse, controllare eventuali debiti fiscali, tutto da un unico punto di accesso. La finalità di Fisconline è semplificare e velocizzare i processi burocratici legati alla fiscalità, riducendo la necessità di visite fisiche agli uffici dell’Agenzia delle Entrate.
  • Flusso di cassa Il Flusso di cassa, noto anche come Cash Flow, è un indicatore finanziario che mostra quanto denaro entra ed esce durante un determinato periodo di tempo. Può includere entrate da vendite, pagamenti per acquisti, stipendi, tasse e altre operazioni finanziarie. Il flusso di cassa è un elemento chiave per comprendere la liquidità di un’impresa, cioè la sua capacità di coprire le spese correnti. Se il flusso di cassa è positivo, l’azienda sta guadagnando più di quanto spende. Se è negativo, spende più di quanto guadagna. Può essere applicato anche alle spese famigliari o quelle individuali.
  • Freelancer Un Freelancer è un professionista autonomo che offre servizi o competenze specifiche a individui o aziende, senza essere un dipendente fisso. Lavorano spesso in vari settori come il design, la scrittura, la programmazione, la consulenza e altri. Essere un freelancer significa avere la libertà di scegliere i progetti su cui lavorare, il luogo e l’orario di lavoro. Tuttavia, comporta anche la responsabilità di gestire autonomamente le proprie tasse, assicurazioni e altre questioni amministrative.
  • GDPR Il GDPR (General Data Protection Regulation, in italiano Regolamento generale sulla protezione dei dati) è un regolamento europeo entrato in vigore nel maggio 2018 per tutelare la privacy e i dati personali dei cittadini dell’Unione Europea. Questa normativa impone alle aziende specifici obblighi in termini di trattamento, conservazione e protezione dei dati personali. Inoltre, prevede diritti specifici per gli individui, come il diritto di accesso, rettifica, cancellazione dei propri dati e il diritto alla portabilità dei dati. Violazioni del GDPR possono comportare sanzioni. In parole povere, il GDPR è un insieme di regole progettate per dare alle persone più controllo sui propri dati personali.
  • Gestione separata INPS La Gestione separata INPS è un fondo previdenziale (vedi anche Previdenza) gestito dall’INPS. È destinato a lavoratori autonomi, parasubordinati e, in alcuni casi, a liberi professionisti che non rientrano in altri tipi di previdenza obbligatoria. Gli iscritti contribuiscono al fondo con una percentuale del loro reddito, che viene successivamente utilizzata per fornire loro una pensione. Questa gestione offre flessibilità poiché i contributi possono variare in base al reddito dell’individuo. Il montante pensionistico finale (importi versati + interessi maturati) dipenderà dalle contribuzioni versate e dagli anni di iscrizione al fondo.
  • HR HR è l’acronimo di “Human Resources“, noto in italiano come “Risorse Umane“. Questo termine si riferisce al dipartimento di un’organizzazione che si occupa di gestire le questioni legate ai dipendenti e alla gestione del personale. Questo include l’assunzione e il licenziamento del personale, la formazione, la gestione delle retribuzioni e dei benefici, la risoluzione dei problemi sul posto di lavoro e la definizione delle politiche aziendali. Le Risorse Umane giocano un ruolo fondamentale nel mantenere un ambiente di lavoro positivo e produttivo, garantendo che i dipendenti siano soddisfatti e motivati.
  • IBAN IBAN è l’acronimo di “International Bank Account Number“, in italiano “Numero di conto bancario internazionale“. E’ un codice standard internazionale utilizzato per identificare un conto corrente bancario. Questo codice, che consiste di numeri e lettere, è unico per ogni conto e viene utilizzato per facilitare le transazioni bancarie sia nazionali che internazionali. In Italia, l’IBAN è composto da 27 caratteri: le prime due lettere indicano il paese (IT per Italia), seguite da un codice di controllo di due cifre, il codice identificativo della banca e infine il numero del conto corrente. L’IBAN permette di ridurre gli errori nelle transazioni, garantendo che i fondi vengano trasferiti al conto corretto.
  • Imposta Imposta è un termine usato per descrivere un pagamento obbligatorio, generalmente effettuato nei confronti di un governo, che viene utilizzato per finanziare vari servizi pubblici. Questi possono comprendere istruzione, sanità, infrastrutture e difesa. Le imposte possono essere applicate in vari modi tra cui: sul reddito, sulle vendite, sulla proprietà e sui beni ereditati. Il pagamento delle imposte è un dovere civico e la loro quantità varia in base al reddito, al valore dei beni o ad altri fattori specifici.
  • Imprenditore Un Imprenditore è una persona che avvia, organizza, gestisce e assume i rischi di un’attività commerciale o industriale. L’imprenditore è colui che ha l’idea per un prodotto o servizio, raccoglie le risorse necessarie per avviare l’impresa e gestisce l’operatività dell’azienda. Il suo obiettivo principale è generare profitto, affrontando anche eventuali rischi, come la possibilità di perdite finanziarie o l’insuccesso dell’impresa.
  • Impresa Impresa in italiano si riferisce a un’organizzazione o un’attività commerciale che ha come obiettivo la produzione o la fornitura di beni (fisici o digitali) o servizi per realizzare un profitto. Un’impresa può variare per dimensioni, dalla piccola impresa individuale fino alla grande azienda multinazionale. L’impresa è guidata da un imprenditore che prende decisioni strategiche, gestisce le risorse e assume gli eventuali rischi associati all’attività. Un’impresa contribuisce all’economia attraverso la creazione di occupazione, la generazione di reddito e la contribuzione al progresso tecnologico e sociale.
  • Influencer Un Influencer è un individuo che, grazie alla propria reputazione, credibilità e seguito su piattaforme social (ad es. YouTube, Instagram, TikTok, LinkedIn, Facebook, ecc), ha la capacità di influenzare le decisioni d’acquisto e le opinioni di un ampio pubblico. Queste persone sono spesso coinvolte in campagne di marketing o di pubblicità, dove le aziende sfruttano la loro influenza per promuovere i propri prodotti o servizi. Gli influencer possono operare in vari campi, come la moda, il fitness, i viaggi, il cibo, la tecnologia o qualsiasi altro settore di interesse. La loro influenza deriva dalla fiducia, dal rapporto che hanno costruito con i loro followers (in italiano “seguaci”) e dalla loro quantità.
  • INPS L’INPS, acronimo di Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, è un’agenzia governativa italiana che gestisce le pensioni e le assicurazioni sociali. Ha il compito di garantire i diritti previdenziali e assistenziali dei lavoratori, sia dipendenti che autonomi, dei pensionati e dei disoccupati. Fornisce una serie di servizi, tra cui il pagamento delle pensioni, l’assegno per il nucleo familiare, l’indennità di disoccupazione e i contributi per la maternità e la malattia. Inoltre l’INPS garantisce la protezione sociale in caso di inabilità, malattia, maternità, vecchiaia o morte.
  • Irap L’Irap (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) è un tributo italiano che incide sul valore della produzione netta delle attività di impresa, arti e professioni. Questa imposta, introdotta nel 1998, è dovuta principalmente da imprese e lavoratori autonomi e il suo ricavato è destinato alle Regioni. L’Irap non è deducibile ai fini delle altre imposte sul reddito. La sua aliquota varia in base alla regione e al tipo di attività svolta. Il pagamento dell’Irap è annuale e viene calcolato sulla base del bilancio dell’anno precedente.
  • IRPEF L’IRPEF o Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, è una tassa che i cittadini italiani pagano sul loro reddito annuale. Si tratta di una tassa progressiva, il che significa che il livello di tassazione cresce proporzionalmente all’incremento del reddito. L’IRPEF si applica a diversi tipi di reddito, come stipendi, pensioni, redditi da lavoro autonomo e redditi da investimenti. La quantità di IRPEF che si paga varia a seconda del reddito e delle detrazioni fiscali a cui si ha diritto. Il pagamento dell’IRPEF è obbligatorio e contribuisce a finanziare i servizi pubblici in Italia.
  • Istituzione Istituzione è un termine ampio che si riferisce a un’entità, un’organizzazione o un’istituzione che svolge un ruolo importante nella società. Può trattarsi di un ente pubblico, come una scuola o un ospedale, o di un’organizzazione privata, come una banca o un’azienda. Le istituzioni sono strutturate e regolate da norme e leggi e svolgono funzioni specifiche che contribuiscono al funzionamento della società.
  • IVA L’IVA, o Imposta sul Valore Aggiunto, è una tassa che si applica al valore aggiunto dei beni e dei servizi prodotti o venduti in Italia. È un’imposta indiretta, significa che non è direttamente pagata dal contribuente, ma è addebitata al consumatore finale nel prezzo di vendita del prodotto o del servizio. Le aziende la raccolgono per conto dello Stato e la versano al fisco. L’IVA viene applicata a diverse aliquote in base alla tipologia di bene o servizio e vi sono anche beni e servizi esenti o esclusi. In pratica, contribuisce significativamente al gettito fiscale dello Stato.
  • Leasing Il Leasing, noto anche come leasing finanziario o, in alcune forme, come noleggio a lungo termine, è un contratto attraverso il quale una società, detta locatore, acquista un bene per conto di un’altra società o individuo, detto locatario. Il locatario (l’azienda che si accolla il leasing) ha il diritto di utilizzare il bene per un periodo di tempo specificato, pagando canoni periodici al locatore. Al termine del contratto, il locatario può decidere di acquistare il bene a un prezzo prestabilito, rinnovare il contratto o restituire il bene al locatore. Questo metodo è spesso utilizzato per l’acquisto di beni costosi come veicoli, macchinari o immobili.
  • Libero professionista Un Libero professionista, detto anche Freelancer, è un individuo che esercita un’attività professionale in modo autonomo, senza vincoli di subordinazione a un datore di lavoro. Questa professione può riguardare diversi settori, come il diritto, la medicina, l’architettura, la consulenza, ecc. Alcuni liberi professionisti hanno l’obbligo di iscrizione all’albo (es. avvocati, medici, geometri, ecc). Il libero professionista offre i suoi servizi a clienti o aziende, fatturando per ogni progetto o servizio fornito. È responsabile della gestione del proprio tempo, delle proprie risorse e del pagamento delle proprie tasse. In sintesi, un “Libero professionista” è un imprenditore di se stesso.
  • Marca da bollo La marca da bollo è un tipo di tassa indiretta in Italia. Si tratta di un’etichetta adesiva, di solito acquistata presso un tabaccaio, che viene applicata su determinati documenti per dimostrare che è stata pagata la dovuta tassa. Questa tassa è necessaria per la validità legale di alcuni documenti, come contratti, attestati e certificati. Il costo della marca da bollo varia a seconda del tipo di documento e del valore economico del contratto o dell’operazione.
  • Marketing Il Marketing è il processo attraverso il quale si identifica, attira e si soddisfa i bisogni dei consumatori. Questo si realizza studiando il mercato e i comportamenti dei consumatori (cosa comprano e chi lo compra, di cosa hanno bisogno, ecc), sviluppando prodotti o servizi che rispondono a tali esigenze e comunicando efficacemente i benefici di tali prodotti o servizi. Il marketing coinvolge anche la determinazione del prezzo, la scelta dei canali di distribuzione e l’implementazione di strategie promozionali per raggiungere e persuadere i potenziali clienti. L’obiettivo finale del marketing è di creare valore per i clienti e costruire relazioni a lungo termine con loro per garantire il successo dell’azienda.
  • Marketing locale Il Marketing locale si riferisce all’insieme di strategie e tattiche di marketing che mirano a raggiungere e coinvolgere i consumatori all’interno di un’area geografica specifica. Questo può includere una città, una regione o un quartiere. Le attività di marketing locale possono includere pubblicità su media e siti web locali, eventi di comunità, promozioni specifiche per la zona, e ottimizzazione per la ricerca locale online (es. per parole chiave come “Ristoranti a Milano” oppure “Calzolai Palermo”, ecc). L’obiettivo del marketing locale è di attirare e fidelizzare i clienti locali.
  • Meeting Meeting in italiano si riferisce a un incontro o riunione tra due o più persone con l’obiettivo di discutere argomenti, idee o piani specifici. Questo può avvenire in contesti professionali, accademici, sociali o personali. Un meeting può essere condotto di persona, per telefono o attraverso piattaforme di videoconferenza online. L’obiettivo principale di un meeting è di condividere informazioni, prendere decisioni e avanzare verso obiettivi comuni. In sostanza, un meeting è un momento di scambio e collaborazione.
  • Mercato Il Mercato è un termine che indica un luogo fisico o virtuale dove avviene lo scambio di beni, servizi o risorse tra venditori e acquirenti. I venditori offrono ciò che hanno e gli acquirenti cercano ciò di cui hanno bisogno o desiderio. Il mercato permette l’incontro tra domanda e offerta e, attraverso il meccanismo del prezzo, stabilisce il valore dei beni o servizi scambiati. Può essere locale, nazionale o internazionale, a seconda dell’estensione geografica, e può avvenire fisicamente tramite bancarelle, negozi, imprese o tramite piattaforme online e applicazioni.
  • Missione Una Missione è un incarico o un obiettivo specifico che una persona o un’organizzazione si impegna a raggiungere. Può riferirsi a un compito importante o a un insieme di attività che richiedono impegno, abilità o risorse per essere completate. In un contesto aziendale, la missione rappresenta lo scopo fondamentale dell’organizzazione, la sua ragione di esistere e ciò che aspira a realizzare. Essa guida le azioni dell’organizzazione, fornisce un senso di direzione e aiuta a definire i suoi obiettivi. In sostanza, una missione è un piano o un impegno per raggiungere un determinato risultato.
  • Nota di credito Una Nota di Credito è un documento contabile emesso da un venditore a un acquirente. Viene fornita quando si verifica un errore, come un articolo danneggiato o una fatturazione errata, o quando l’acquirente restituisce un prodotto. Essenzialmente, una nota di credito funziona come un rimborso o un credito verso acquisti futuri. Riduce l’importo che l’acquirente deve al venditore e indica che il venditore deve al compratore l’importo indicato sulla nota di credito. È una correzione alla fattura originale e rappresenta un impegno a rimborsare il cliente.
  • Organizzazione Un’organizzazione è un gruppo di persone che lavorano insieme per raggiungere un obiettivo comune. Può essere strutturata in vari modi, come un’azienda, un’associazione, un ente pubblico o un’istituzione di beneficenza. Le organizzazioni possono variare in dimensione, da piccole squadre a grandi corporazioni multinazionali. Hanno regole e procedure stabilite per coordinare le attività dei membri e per gestire risorse come tempo, denaro e personale. In sostanza, un’organizzazione è una struttura sociale che coordina gli sforzi collettivi per ottenere obiettivi specifici.
  • Outsourcing Outsourcing è un termine inglese che, in italiano, significa “esternalizzazione“. Si riferisce alla pratica per cui un’azienda o un’organizzazione decide di delegare ad un’entità esterna certe funzioni o attività che non rientrano nel proprio core business, ovvero nel proprio settore di competenza principale. L’obiettivo dell’outsourcing è quello di concentrare le risorse e l’attenzione sui processi chiave dell’azienda, migliorando l’efficienza e riducendo i costi. Questa pratica può riguardare vari settori, come l’IT (ad es. i software, hardware, risorse di rete, tecnologie di comunicazione, ecc), la contabilità, il servizio clienti e molte altre aree.
  • Parasubordinato Parasubordinato è un termine utilizzato per indicare una figura professionale che si trova in una posizione intermedia tra il lavoratore subordinato e il lavoratore autonomo. Un parasubordinato svolge la sua attività in modo continuativo e coordinato con il datore di lavoro, ma senza il vincolo di subordinazione tipico del rapporto di lavoro dipendente. Questo tipo di lavoro, spesso associato a professioni come consulenti o collaboratori, può beneficiare di una maggiore flessibilità ma è anche soggetto a una minore protezione rispetto al lavoro subordinato.
  • Partita IVA La Partita IVA è un codice unico composto da 11 cifre che viene assegnato in Italia ad ogni soggetto (individuo o azienda) che svolge un’attività economica autonoma. Questo codice è fondamentale per identificare l’entità nei rapporti con l’amministrazione fiscale e per la gestione delle imposte. Il termine “IVA” sta per “Imposta sul Valore Aggiunto”, un tipo di tassa che si applica alla vendita di beni e servizi. Quindi, avere una Partita IVA significa essere in grado di vendere beni o servizi e di dovere gestire le relative imposte.
  • PEC La PEC, che sta per Posta Elettronica Certificata, è un tipo speciale di servizio di posta elettronica utilizzato in Italia. La PEC offre una prova legale dell’invio e della ricezione di un messaggio elettronico, similmente a una raccomandata con ricevuta di ritorno. È come una normale e-mail, ma con un valore legale aggiunto. Ogni volta che invii o ricevi una PEC, ricevi una ricevuta che certifica l’ora esatta di invio o ricezione. Questa caratteristica la rende molto utile per comunicazioni ufficiali o importanti, come l’invio di documenti legali o contratti.
  • Persona fisica Una Persona fisica in Italia si riferisce a un individuo, in contrapposizione a una persona giuridica (esempio un’organizzazione, un’azienda o un’entità legale). Una persona fisica possiede diritti e obbligazioni legali in base al diritto civile. Può svolgere attività commerciali, stipulare contratti, possedere beni e rispondere personalmente di azioni legali. In termini fiscali, una persona fisica è soggetta a imposte personali sul reddito derivante da lavoro, affari, investimenti e altre fonti.
  • Persona giuridica Una Persona giuridica in italiano si riferisce a un’entità, come un’organizzazione, un’azienda, impresa o un ente, che ha appunto personalità giuridica. Questo significa che può assumere diritti e obbligazioni legali, esattamente come una persona fisica, ma con la differenza che una persona giuridica agisce attraverso i suoi rappresentanti legali. Può stipulare contratti, possedere beni, avviare azioni legali e può essere ritenuta responsabile delle sue azioni. Una persona giuridica è creata secondo le leggi dello stato e può essere sia pubblica che privata.
  • PIL Il PIL, o Prodotto Interno Lordo, è un indicatore economico che misura il valore totale di tutti i beni e i servizi prodotti in un paese durante un determinato periodo di tempo, solitamente un anno. È come un grande scontrino fiscale che mostra quanto un paese ha prodotto e speso. Serve per capire la salute economica di un paese: se il PIL cresce, l’economia è in buona salute; se diminuisce, l’economia è in difficoltà.
  • PMI PMI, acronimo di Piccole e Medie Imprese, si riferisce a quelle imprese che, per dimensioni, rientrano in una specifica categoria definita dalla legge. Queste aziende sono generalmente caratterizzate da un numero limitato di dipendenti, un fatturato entro certi limiti e una gestione indipendente. Svolgono un ruolo fondamentale nell’economia, contribuendo alla crescita economica, all’innovazione e alla creazione di posti di lavoro. Nonostante le loro dimensioni ridotte rispetto alle grandi società, le PMI sono spesso più agili, flessibili e in grado di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato.
  • Previdenza Previdenza si riferisce a un sistema di protezione sociale che ha l’obiettivo di garantire un sostegno economico nelle circostanze in cui un individuo non è in grado di provvedere a se stesso, come ad esempio in caso di vecchiaia, invalidità, malattia o disoccupazione. Questo sostegno può essere fornito attraverso i contributi previdenziali versati durante il periodo di attività lavorativa, che si accumulano e vengono poi erogati sotto forma di pensione o indennità. La previdenza può essere gestita dallo stato (previdenza pubblica) o da enti privati (previdenza privata o complementare).
  • Registro delle imprese Il Registro delle Imprese è un database pubblico gestito dalla Camera di Commercio. Questo registro fornisce informazioni dettagliate su tutte le imprese registrate in una specifica area geografica. Include dettagli come il nome dell’impresa, la forma giuridica, l’indirizzo, i dati fiscali e molto altro. Quando una nuova impresa si costituisce, è obbligata per legge a registrarsi nel Registro delle Imprese. Questo registro serve per garantire trasparenza e affidabilità nell’ambito commerciale, permettendo a chiunque di verificare le informazioni di un’impresa.
  • ROI Il termine ROI è l’acronimo di Return on Investment, che in italiano si traduce come Ritorno sull’Investimento. È un indicatore finanziario utilizzato per misurare l’efficacia di un investimento. In pratica, il ROI rappresenta il guadagno (o la perdita) che si ottiene da un investimento rispetto al suo costo iniziale. Si calcola come il rapporto tra il beneficio netto (ossia il guadagno meno il costo dell’investimento) e il costo dell’investimento, espresso in percentuale. Un ROI elevato indica un investimento redditizio, mentre un ROI basso o negativo suggerisce il contrario.
  • Sas Sas è un acronimo per Società in Accomandita Semplice, una tipologia di società composta da due tipi di soci: accomandatari, che gestiscono l’azienda e sono responsabili illimitatamente per i debiti della società, e accomandanti, che invece apportano capitale ma non si occupano della gestione e la loro responsabilità è limitata al capitale investito. La Sas è utilizzata spesso da piccole imprese familiari e non richiede un capitale minimo per la sua costituzione.
  • Snc Snc è l’acronimo di Società in Nome Collettivo, un tipo di società caratterizzato dalla presenza di due o più soci, tutti responsabili in modo illimitato e solidale per le obbligazioni sociali. In pratica, se la società non è in grado di coprire i suoi debiti, i creditori possono rivalersi sul patrimonio personale dei soci. La Snc è solitamente utilizzata per piccole imprese familiari o attività professionali. Non richiede un capitale minimo per la sua costituzione.
  • SpA SpA è l’acronimo di Società per Azioni, una forma di azienda in cui il capitale è diviso in azioni e la proprietà è detenuta da azionisti. Gli azionisti non sono personalmente responsabili per i debiti dell’azienda, il loro rischio è limitato al capitale investito in azioni. La SpA è tipicamente utilizzata per grandi imprese ed è necessario un capitale minimo di 50.000 euro per la sua costituzione. Questo tipo di società richiede inoltre una struttura organizzativa complessa con un consiglio di amministrazione e un collegio sindacale.
  • Spid Spid è l’acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale. È un sistema che permette ai cittadini di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati aderenti con un’identità digitale unica. Funziona come una sorta di carta d’identità virtuale che garantisce sicurezza e riservatezza durante la navigazione online. Per ottenere un’identità Spid, è necessario rivolgersi ad uno dei fornitori accreditati dallo Stato (come ad esempio Poste Italiane). Una volta ottenuto, lo Spid può essere usato per accedere a numerosi servizi, incluso il pagamento di tasse, l’iscrizione a scuole e università, la prenotazione di visite mediche e altro.
  • Spread Lo Spread è un termine economico spesso utilizzato nei mercati finanziari. In italiano, si riferisce al differenziale di rendimento (o tasso d’interesse) tra due titoli di Stato, solitamente tra quello italiano e quello tedesco. Se lo spread aumenta, significa che l’Italia deve pagare di più per finanziarsi sui mercati rispetto alla Germania, indicando una percezione di maggior rischio da parte degli investitori. Al contrario, se lo spread diminuisce, significa che il costo del debito italiano si avvicina a quello tedesco, indicando una percezione di minor rischio. Lo spread è quindi un indicatore dell’affidabilità economica di un Paese.
  • Srl Srl è l’acronimo di Società a Responsabilità Limitata. È una forma di società in cui i soci, che possono essere da uno a più individui, contribuiscono con un capitale, diviso in quote, per svolgere un’attività d’impresa. La principale caratteristica è che la responsabilità dei soci è limitata: in caso di debiti la società risponde con il suo patrimonio e i soci rispondono solo fino all’importo delle quote sottoscritte. Questo significa che, in teoria, i beni personali dei soci non possono essere toccati dai creditori della società. La Srl è quindi un’opzione popolare per le piccole e medie imprese in Italia.
  • Srls Srls in italiano sta per Società a Responsabilità Limitata Semplificata. È un tipo di società pensato per i giovani imprenditori con un capitale sociale minimo di 1 euro e massimo di 9.999 euro. È una forma di impresa che facilita la creazione di nuove attività, poiché le procedure di costituzione e gestione sono più semplici e meno costose rispetto a una Srl tradizionale. I soci, che possono essere uno o più, contribuiscono con il capitale suddiviso in quote e la loro responsabilità è limitata all’importo delle quote sottoscritte. In caso di debiti, la società risponde con i suoi beni, proteggendo i beni personali dei soci.
  • Startup Startup è un termine inglese utilizzato in italiano per descrivere un’azienda giovane e innovativa, spesso attiva nel settore tecnologico o digitale, ma non solo, che ha l’obiettivo di crescere rapidamente e diventare un punto di riferimento nel suo settore. Le startup sono caratterizzate da un modello di business scalabile, ovvero in grado di aumentare i propri guadagni senza un corrispondente aumento dei costi. Pur operando in un contesto di incertezza e rischio, queste aziende aspirano a raggiungere un grande successo, spesso grazie a idee innovative e alla capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti del mercato.
  • Telematico Telematico è un termine che deriva da “telematica”, una fusione delle parole “telecomunicazione” e “informatica”. Si riferisce all’uso di tecnologie informatiche e di telecomunicazione per inviare, ricevere e archiviare informazioni. Un esempio comune è l’invio di documenti o il pagamento di tasse online. Quando si dice che un servizio è telematico, significa che è accessibile via internet e può essere utilizzato da un computer, smartphone o altro dispositivo connesso alla rete. Questo rende tali servizi più facili e convenienti da usare, poiché possono essere accessibili da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.
  • Tributo Tributo è un termine che si riferisce a un pagamento obbligatorio che i cittadini e le aziende devono fare nei confronti dello Stato o ad altri enti pubblici. Questo pagamento serve a finanziare le spese pubbliche e a sostenere i servizi forniti dallo Stato, come l’istruzione, la sanità, la sicurezza e l’infrastruttura. Esistono diversi tipi di tributi, tra cui le tasse, le imposte e le contribuzioni. Il tributo è calcolato in base a criteri stabiliti dalla legge e può variare a seconda del reddito, del patrimonio o di altre caratteristiche del contribuente.
  • VIES VIES è un acronimo che sta per “VAT Information Exchange System” o “Sistema di Scambio di Informazioni sull’IVA” in italiano. È un sistema di controllo online dell’Unione Europea che consente di verificare la validità dei numeri di partita IVA attribuiti alle imprese registrate nell’UE. Questo sistema è utilizzato per facilitare le transazioni commerciali tra i paesi membri dell’UE e per prevenire frodi fiscali. Se un’azienda vuole vendere beni o servizi ad un’altra azienda in un altro stato membro dell’UE, può verificare la validità della partita IVA del cliente tramite il sistema VIES. Questo aiuta a garantire che le transazioni siano legittime e che l’IVA sia correttamente applicata.
  • Webinar Il termine Webinar è un gioco di parole che combina “web” e “seminario”. Un webinar è quindi un seminario, un workshop o una conferenza che si svolge su Internet. Questo tipo di evento online consente ai partecipanti di connettersi da qualsiasi luogo e di interagire con i presentatori grazie a strumenti di chat o video interattivi. I webinar possono essere utilizzati per svariati scopi, come la formazione professionale, la presentazione di prodotti o servizi, o la divulgazione di informazioni su un certo argomento. Sono apprezzati per la loro comodità e accessibilità, poiché non richiedono spostamenti fisici e possono raggiungere un pubblico globale.
  • Workshop Un Workshop in italiano è definito come un incontro o un seminario pratico e interattivo che si concentra su un argomento specifico. Durante un workshop, i partecipanti sono spesso invitati a esercitarsi o a lavorare in maniera pratica su progetti o attività specifiche sotto la guida di un esperto o di un facilitatore. Questo permette di acquisire competenze pratiche e di approfondire la conoscenza sull’argomento trattato. I workshop possono essere utilizzati in vari contesti come lo sviluppo professionale, l’istruzione, la formazione o l’arte. Questo metodo formativo è apprezzato per il suo approccio pratico e interattivo all’apprendimento.

Vorresti suggerire un termine da aggiungere al Glossario per Aziende? Scrivilo.

Trova Aziende Logo © 2013-2024 Trova Aziende Elenco aziende e imprese italiane. Tutti i diritti riservati - P.IVA 12504490967